Tema: Amo la mia città 

 

Cari amici,

Il Monte Librić è giunto alla sua dodicesima edizione e il tema che quest'anno farà da filo conduttore alla manifestazione sarà la città. Pola, città dei sette colli, questi sono i versi dell'inno del Monte Librić, versi che echeggiano ogni primavera quando l'ottavo colle della città, un monte di libri per l'appunto, s'innalza a ridosso delle mura cittadine, appena varcata Porta Ercole, la più antica porta della città.

Questo piccolo grande Festival del libro per ragazzi è un'anticipazione di quello che sarà il tema centrale della Fiera del libro di dicembre, che, per coronare la venticinquesima edizione della manifestazione, sarà dedicata alla nostra città. Nato proprio all'interno della Fiera, dove mantiene tuttora un suo spazio, il Monte Librić ha continuato il suo percorso creativo, abbandonando gli spazi sontuosi dell'ex Casinò della Marina per trovare pianta stabile all'interno della Comunità degli Italiani di Pola.

Il vecchio e il nuovo convivono da sempre nella nostra città, l'eredità storica coesiste con quelle che sono le conquiste del mondo moderno, e così anche il Monte Librić punta sul fatto di mettere in relazione libri e forme diverse di espressione artistica, letteratura e nuovi media. Illustrazione, suono, movimento, pupazzi e animazione sono alcuni degli argomenti trattati finora. Quest'anno andiamo alla scoperta della città, attraverso gli occhi dei bambini. Ogni cittadino vive e assapora l'essenza della propria città attraverso varie esperienze emotive e sensoriali. Ognuno di noi porta dentro di sé, in qualche intrinseca memoria, una mappa della città incui vive, e spesso ce la immaginiamo come vorremmo che fosse.

Le passeggiate lungo le strade e per le piazze della città, le viste panoramiche, il rumore dei passi e delle onde del mare, i profumi e i colori del mercato cittadino, tutto ciò prende vita nei libri, nelle illustrazioni, nelle varie performance teatrali e nei laboratori creativi ... La città si legge, ma la città si scrive, si dipinge, le sue immagini rivivono continuamente sulla carta, sullo schermo, sul palco... Il Monte Librić è bilingue, così come lo è la città di Pola, e anche quest'anno, si alterneranno i vari programmi in croato e quelli in italiano organizzati in collaborazione con la Comunità degli Italiani di Pola.

L'idea centrale del Festival di quest'anno è di mettere insieme diverse forme di comunicazione così come avviene per i libri. Cercheremo di scoprire assieme agli autori ospiti qual è il ruolo della città nella narrativa contemporanea sia croata che straniera, la città vista come nucleo tematico rilevante della storia generale della letteratura Tantissime le novità editoriali in croato e in italiano a disposizione del pubblico nel punto vendita del Festival e tantissimi gli autori ospiti croati e italiani affiancati, come sempre, da un fitto numero di appuntamenti - promozioni di libri, proiezioni di film, spettacoli teatrali e laboratori creativi.

 

Benvenuti!